I nomi delle strade, delle vie e delle piazze. Luoghi storici o propaganda ideologica? La querelle anche a Vicenza.

La toponomastica è divenuta militante. In molti vogliono riscrivere la storia “strada
facendo”. Vogliono abbattere i monumenti a Cristoforo Colombo, Montanelli,
Cadorna, imbrattano muri per cancellare memorie, c’è una associazione, per la
toponomastica femminile, che si batte per le quote rosa, un altro movimento contro
le vie fasciste. Si aggiunge spesso la demagogia di Sindaci che vogliono cambiare o
meglio abbattere simboli della Storia, intitolando come a Vicenza il Parco di Viale
Ippodromo ai Bambini del Mondo (?). Sta avvenendo una epurazione in piena
regola. L’Italia sta per essere rimescolata in nome del risarcimento o peggio della
vendetta. Negli anni ‘50 dopoguerra al Nord, quasi tutte strade intitolate ai Savoia
o gerarchi dell’E.F. furono cancellate. Ma i nomi delle strade non riparano i torti e
non celebrano più la vita, ma solo la morte. Invece gli spazi intitolati dovrebbero
restare luoghi per raccontare la città, gli eventi millenari, luoghi della memoria che
consentano di sentirsi a casa e di ritrovarsi perché solo la denominazione permette
la conoscenza del territorio e dell’uomo. Piazza delle Erbe è lo spazio in cui si vendono
ed acquistano frutta e verdura. Ma c’è chi vorrebbe un vicolo Fanfani, una piazza
Andreotti, un viale Cossiga. Si può applicare lo spoils system alla toponomastica? Via
siamo seri. E’ obbligo portare rispetto alla Storia Locale Nazionale, non solo a quella
raccontata in tv. Intitolare una strada, un Parco, dare un nome non è mai un atto
neutrale, cambiare nome senza una revisione storica, è una violenza alle abitudini e
soprattutto all’orientamento di una città. Fare tabula rasa in architettura o nella
storia è un atto criminale. Ma qualche Sindaco prosegue. A Sesto è nata via Craxi
che divide la città, Livorno non vuole Ciampi, a Roma si annuncia l’epurazione degli
scienziati (fascisti), a Milano non vogliono i Giardini Pannella. Intanto la tristezza mi
invade per via della speculazione che sommerge alcune strade di Vicenza, vedi via
Fioralpino Chiodi, che dovrebbe unire Via del Mercato Nuovo con San Felice, chiusa a
metà. Credo sia necessaria una nuova legge che regoli l’intitolazione delle strade,
un allargamento delle commissioni toponomastiche comunali da consultive a
deliberanti, con sedute pubbliche. Presentazione di proposte con almeno 100 firme
di cittadini.

via Chiodi

Febbraio 2023

L
M
M
G
V
S
D
30
31
1
2
3
4
5
Events for 1 Febbraio
Nessun evento
Events for 2 Febbraio
Nessun evento
Events for 3 Febbraio
Nessun evento
Events for 4 Febbraio
Nessun evento
Events for 5 Febbraio
Nessun evento
6
7
8
9
10
11
12
Events for 6 Febbraio
Nessun evento
Events for 7 Febbraio
Nessun evento
Events for 8 Febbraio
Nessun evento
Events for 9 Febbraio
Nessun evento
Events for 10 Febbraio
Nessun evento
Events for 11 Febbraio
Nessun evento
Events for 12 Febbraio
Nessun evento
13
14
15
16
17
18
19
Events for 13 Febbraio
Nessun evento
Events for 14 Febbraio
Nessun evento
Events for 15 Febbraio
Nessun evento
Events for 16 Febbraio
Nessun evento
Events for 17 Febbraio
Nessun evento
Events for 18 Febbraio
Nessun evento
Events for 19 Febbraio
Nessun evento
20
21
22
23
24
25
26
Events for 20 Febbraio
Nessun evento
Events for 21 Febbraio
Nessun evento
Events for 22 Febbraio
Nessun evento
Events for 23 Febbraio
Nessun evento
Events for 24 Febbraio
Nessun evento
Events for 25 Febbraio
Nessun evento
Events for 26 Febbraio
Nessun evento
27
28
1
2
3
4
5
Events for 27 Febbraio
Nessun evento
Events for 28 Febbraio
Nessun evento