Una straordinaria “Eroica” con Ivan Fischer e la BFO al Teatro Olimpico

La mattina del 9 giugno del 1804 è calda e soleggiata. Ludwig Van Beethoven è addirittura di buonumore. Per un carattere scontroso, burrascoso e iracondo come il suo, è un segnale importante. Ferdinand Ries, il fedele aiutante, arriva puntuale presso l’abitazione del maestro. Questi sta facendo toletta, l’acqua filtra tra le travi del pavimento e i residenti del piano sottostante si lamentano. Quando Ries lo riferisce al Titano, egli d’improvviso diventa una furia. Ma è solo un fugace istante, subito dopo chiede la sua camicia buona e annuncia che sarà un giorno meraviglioso. Ordina venga preso il suo spartito e Ries non può fare a meno di trasalire quando vede l’intestazione: Bonaparte. In quel momento Napoleone era Primo Console in Francia e simboleggiava la rivoluzione con gli ideali di libertà, uguaglianza e fratellanza. Oltre il terrore giacobino, pareva che il grande còrso fosse l’uomo destinato a portare la democrazia al popolo e porre fine ai privilegi dell’aristocrazia. Ecco il motivo della dedica: questa sinfonia sarebbe stata per la musica tutta, quel che Napoleone stava diventando per il mondo. Un’opera innovativa, sbalorditiva anche, che il copista definì da subito “quasi nemmeno musica”. Beethoven e Ries uscirono di casa e presero la via della campagna che il maestro tanto adorava. “Non è magnifico? – disse – credo nessuno ami la natura quanto la amo io”. La mèta di quel cammino era il palazzo del principe Joseph Franz Von Lobkowicz, che avrebbe ospitato la primissima prova pubblica della sinfonia. A corte regnava un gran subbuglio e grande emozione per l’evento, sebbene molti, una volta sentito che sarebbe venuto Beethoven e non Haydn, rimasero un po’ delusi. Già perché il nome per antonomasia al tempo non era quello di Ludwig ma quello di Franz Joseph Haydn, al tempo 72enne, padre della sinfonia e del quartetto d’archi. Il vecchio compositore, di fatto, arrivò a palazzo quella mattina mentre era già iniziata la prova e rimase di stucco: troppe note, troppo lungo, troppi temi, troppo tutto. Per lui, classico dei classici, doveva sembrare una sorta di violenza sonora.

Questo accadde 218 anni fa. La sinfonia poi uscì con il titolo di “Eroica” dopo che Beehoven apprese che Napoleone si fece incoronare imperatore. Strappo’ il frontespizio dell’opera e scrisse (in italiano): “Sinfonia eroica composta per il sovvenire di un grand’uomo”. Il dedicatario definitivo sarà il principe Lobokwicz. Come può una musica interamente strumentale “parlare” di qualcosa? Tra le tantissime rivoluzioni di Beethoven ci fu anche questa: la musica non era più astratto abbellimento. I due forti accordi in mi mebolle che aprono il primo movimento sono indicativi del monumentalismo dell’opera, due grandi “colpi” orchestrali che fungono da sipario per quanto segue. Le idee tematiche germinano l’una dall’altra, secondo un processo di continua tensione-distensione. Il secondo movimento è una marcia funebre che celebra la fine del vecchio mondo ed è letteralmente devastante tanto è forte emotivamente. In tutto la sinfonia dura 55 minuti che al tempo la poneva come la sinfonia più lunga mai composta.

Ivan Fischer ha diretto un’eroica praticamente perfetta sabato 22 ottobre. Non ci sono parole per descrivere l’unione magistrale tra interpretazione formale e profondità espressiva della Budapest Festival Orchestra. Il livello di paragone è con le inarrivabili incisioni di Karajan con i Berliner. Vicenza quindi ha avuto il privilegio di una sera di eccellenza totale. E aver messo in programma il concerto per violoncello di Haydn, prima del capolavoro beethoveniano, è stata scelta molto intelligente perché ci ha fatto vivere, 218 anni dopo, la stessa straniante sensazione degli ospiti di palazzo Lobokwicz: il paragone tra quello che c’era prima (Haydn) e quello che per sempre cambierà la storia della musica e non solo: il grande, unico e irripetibile Ludwig Van Beethoven.

Novembre 2022

L
M
M
G
V
S
D
31
1
2
3
4
5
6
Events for 1 Novembre
Nessun evento
Events for 2 Novembre
Nessun evento
Events for 3 Novembre
Nessun evento
Events for 4 Novembre
Nessun evento
Events for 5 Novembre
Nessun evento
Events for 6 Novembre
Nessun evento
7
8
9
10
11
12
13
Events for 7 Novembre
Nessun evento
Events for 8 Novembre
Nessun evento
Events for 9 Novembre
Nessun evento
Events for 10 Novembre
Nessun evento
Events for 11 Novembre
Nessun evento
Events for 12 Novembre
Nessun evento
Events for 13 Novembre
Nessun evento
14
15
16
17
18
19
20
Events for 14 Novembre
Nessun evento
Events for 15 Novembre
Nessun evento
Events for 16 Novembre
Nessun evento
Events for 17 Novembre
Nessun evento
Events for 18 Novembre
Nessun evento
Events for 19 Novembre
Nessun evento
Events for 20 Novembre
Nessun evento
21
22
23
24
25
26
27
Events for 21 Novembre
Nessun evento
Events for 22 Novembre
Nessun evento
Events for 23 Novembre
Nessun evento
Events for 24 Novembre
Nessun evento
Events for 25 Novembre
Nessun evento
Events for 26 Novembre
Nessun evento
Events for 27 Novembre
Nessun evento
28
29
30
1
2
3
4
Events for 28 Novembre
Nessun evento
Events for 29 Novembre
Nessun evento
Events for 30 Novembre
Nessun evento