Un grande sole tra le architetture di Danza in Rete Festival

Danza in Rete Festival, l’evento diffuso promosso dalla Fondazione Teatro Comunale di Vicenza e dalla Fondazione Teatro Civico di Schio, continua nella sua densa programmazione, garantendo prime rappresentazioni che si rivelano un giacimento di stimoli per quanti amano o cercano nella coreutica contemporanea le primizie nazionali ed internazionali. Questa settimana, Danza in Rete Off inizierà con un doppio appuntamento nella giornata di mercoledì 17 aprile, il primo con una doppia restituzione, alle ore 17.30 e alle ore 18.00, in prima regionale. Il salone d’onore di Palazzo Chiericati, sede della Pinacoteca civica, si offrirà quale palcoscenico per il lavoro di Marta Olivieri, autrice e performer dedita alla “consapevolezza corporea, “Trespass_Tales of the Unexpected”, racconto a due voci, tra Camilla Guarino e Loredana Canditone per rappresentare un unico corpo capace di manifestarsi in forme plurime e comunicanti. La colonna sonora è intesa come un liquido amniotico capace di amalgamare voci, rumori, gestualità e, appunto, musica. Questa creazione è studiata  per un pubblico non vedente, ipovedente e normovedente, quale stimolo e invito all’accessibilità dell’offerta culturale. Un progetto risultato  vincitore del premio “Accessibilità nello spettacolo dal vivo” del Ministero della Cultura, prodotto da Chiasma con Orbita|Spellbound Centro Nazionale di Produzione della Danza e il realizzazione sonora di Filippo Lilli.

La lunga serata di mercoledì si sposterà alle 21 al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza, per la prima nazionale “Passage/Paysage”, ultima fatica di Camilla Monga, nella quale la vedremo interprete, oltre che creatrice. Sul palco con Chiara Montalbani,  molto attiva nei festival nazionali ed internazionali, Monga offrirà al festival un progetto sviluppato su due quadri fortemente connessi al tema dello spazio. La prima parte consiste in un corridoio avvolto in un ritmo ripetitivo e incessante, dove i due corpi si intersecheranno trovando una faticosa connessione. L’immagine del secondo quadro si amplierà in un paesaggio dove i corpi agiscono l’uno da alter ego dell’altro, formando un’entità unica con il suono, tra amplificazione ed evoluzione. Questa produzione nasce dalla collaborazione tra Van e con Danza in Rete Festival, con la musica dal vivo  per viola ed electronics di Federica Furlani.

Nuovo giorno, nuovi scenari. Giovedì 18 aprile alle 21, il Dir saluta il ritorno della Compagnie Hervé Koubi, per la Sala Maggiore del Comunale di Vicenza. Con “Sol Invictus”, la nuova creazione del coreografo franco-algerino Hervè Koubi fa tappa nei berici, dopo il debutto settembrino al “Festival Oriente Occidente” e il successo mietuto al New York al Joyce Theater lo scorso gennaio. Il “sole invincibile” è l’interpretazione di diciotto giovani danzatori senza confini continentali, che miscelano altrettanti linguaggi che vanno dal classico alla break dance, con notevoli risultati acrobatici. Grazie alla partitura musicale che attinge dai brani di Mikael Karlsson e Maxime Bodson, dal repertorio di Steve Reich fino alla Sinfonia n. 7 in la maggiore Op. 92 di Ludwig van Beethoven, per una scenografia dorata, di grande presa, che si rivela una celebrazione per la chiamata al sole, portatore di rinnovamento.

Hervé Koubi, già a marzo 2019 ospite al TCVi, fa ritorno con un suo catalogo di “danze personali”, affidate ognuna al singolo danzatore presente in scena. La radice comune che il tempo e la storia ha affidato a culture che nel tempo si sono distinte, troveranno spazio in una sorta di biodiversità della coreutica, lasciando alle singole personalità il compito di interpretare per unire, sia che la propria origine sia nell’Amazzonia, sia che si trovi in Siberia. Il tema della settima edizione del DIR “Your Arms are Wings, Your Legs are Roots” (Le tue braccia sono ali, le tue gambe radici), in questa settimana gioca sui confini, sugli spazi, sulle radici silenziose che immaginano una continuità tra chi cerca nella danza la propria forma di esistere e di offrirsi alla storia. Il festival è riconosciuto dal Ministero della Cultura.

Informazioni e biglietti

Il biglietto unico per “Trespass” costa 3 euro, per “Passage/Paysage” 5 euro.

Per “Sol Invictus”, i  biglietti costano 39 euro l’intero, 34 euro il ridotto over 65, 22 euro il ridotto under 30 e 7 euro per gli universitari in possesso della VI-University Card. Sono disponibili biglietti a prezzi scontati e numerose promozioni.

I biglietti sono disponibili in tutte le sedi degli appuntamenti, a partire da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli; alla biglietteria del Teatro Comunale di Vicenza, in Viale Mazzini 39 (biglietteria@tcvi.it, tel. 0444.324442), aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15, online sul sito www.festivaldanzainrete.it.

Luglio 2024

L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
Events for 1 Luglio
Nessun evento
Events for 2 Luglio
Nessun evento
Events for 3 Luglio
Nessun evento
Events for 4 Luglio
Nessun evento
Events for 5 Luglio
Nessun evento
Events for 6 Luglio
Nessun evento
Events for 7 Luglio
Nessun evento
8
9
10
11
12
13
14
Events for 8 Luglio
Nessun evento
Events for 9 Luglio
Nessun evento
Events for 10 Luglio
Nessun evento
Events for 11 Luglio
Nessun evento
Events for 12 Luglio
Nessun evento
Events for 13 Luglio
Nessun evento
Events for 14 Luglio
Nessun evento
15
16
17
18
19
20
21
Events for 15 Luglio
Nessun evento
Events for 16 Luglio
Nessun evento
Events for 17 Luglio
Nessun evento
Events for 18 Luglio
Nessun evento
Events for 19 Luglio
Nessun evento
Events for 20 Luglio
Nessun evento
Events for 21 Luglio
Nessun evento
22
23
24
25
26
27
28
Events for 22 Luglio
Nessun evento
Events for 23 Luglio
Nessun evento
Events for 24 Luglio
Nessun evento
Events for 25 Luglio
Nessun evento
Events for 26 Luglio
Nessun evento
Events for 27 Luglio
Nessun evento
Events for 28 Luglio
Nessun evento
29
30
31
1
2
3
4
Events for 29 Luglio
Nessun evento
Events for 30 Luglio
Nessun evento
Events for 31 Luglio
Nessun evento