Sette anni di ali e radici: torna DANZA IN RETE FESTIVAL | VICENZA – SCHIO

Un numero evocativo e promettente, quello del 7, dedicato alla nuova edizione di Danza in Rete Festival | Vicenza – Schio, progetto per la danza contemporanea voluto dalla Fondazione Teatro Comunale di Vicenza e dalla Fondazione Teatro Civico di Schio. Con inizio il 13 febbraio, questa piattaforma di opportunità, condivisione e stimolo non solo per il pubblico di appassionati, ma ancor prima per le nuove generazioni di danzatori, coreografi e critici senza limiti geografici, avrà per casa luoghi diffusi, reinventati per ospitare gli spettacoli. Luoghi che sono comunque simboli delle due città, quali teatri, palazzi storici e monumentali, persino spazi urbani di quotidiana frequentazione. Limiti da superare anche sotto l’aspetto generazionale, maritando le esperienze consolidate, o codificate nuovamente dai nuovi interpreti, con il brivido della sperimentazione.

Factory Compagnia Transadriatica “Diario di un brutto anattrocolo” ph. Eliana Manca

“Le tue braccia sono ali, le tue gambe radici” (“Your Arms are Wings, Your Legs are Roots”), non è il titolo di un film giapponese da cineforum, ma la poetica visione di questa edizione del festival, presentato al Teatro Comunale di Vicenza giovedì 8 febbraio, con la partecipazione di Luca Trivellato, Presidente della Fondazione Tcvi, dal Sindaco di Vicenza Giacomo Possamai, dall’Assessore alla Cultura, Turismo e Attrattività, Ilaria Fantin, dal Presidente della Fondazione Teatro Civico di Schio, Silvio Genito, dal Segretario Generale della Fondazione, Pier Giacomo Cirella e dal curatore della sezione Off Alessandro Bevilacqua.

Nuovo Balletto di Toscana “The Red Shoes” ph. Alessandro Botticelli e Matteo Bertelli

L’intessere la rete di collaborazioni e contatti continua incessantemente, quale imperativo delle due fondazioni e nello spirito già collaudato, anche per la prosa, con la formula degli abbonamenti Teatri ViVi. Una condizione che è già essenziale nella progettazione europea e ancor troppo assente nella dimensione nazionale, ma proprio per questo chi, meglio di un istituto culturale, sia esso un teatro o un’università, può offrire ai cittadini il respiro di questa buona pratica?

Alessandro Bolognino “Rua de Saudade”

“L’eccellenza riconosciuta nella danza è il risultato di anni di lavoro” dichiara il Sindaco di Vicenza Possamai che identifica in questa esperienza uno schema di lavoro utile per identificare il ruolo di Vicenza quale città che operi da capoluogo.

Ma a premiare il lavoro è anche il Ministero della Cultura, che dalla prima edizione riconosce meriti al DIR e contribuisce alla sua riuscita. Altro ruolo “aggregatore” è quello di Viacqua, società di servizi idrici integrati a servizio di 67 comuni vicentini. Nel ruolo del privato che lascia un segno concreto al bene comune, la Fondazione Roi, nel centesimo anniversario della nascita del fondatore Giuseppe Roi, tra le rarissime luci nel buio di una provincia che impressiona per il numero di conti correnti, meno per quello dei benefattori.  

Nicola Galli “Ultra”

L’organizzazione del Festival rinforza la bontà del Festival DIR con i numeri delle passate edizioni, che si attestano sui 40.000 spettatori (due delle quali con la mascherina) e ancorato a terra grazie alle radici solide dell’investimento che Vicenza ha riconfermato per le proprie stagioni di danza. Investimento che non perde di vista la propria stella polare, destinazione futuro, sostenendo le esperienze artistiche emergenti, nella pluralità dei linguaggi e sono generatori di una rete attiva dai confini (e possibilità) indefiniti. I partenariati attivati dal DIR significa Rete Teatri Vi.Vi., Vivoteatro, Jump, Belgrado Dance Festival, Beirut Phisycal Lab, IUAV-Venezia, Teatro Stabile del Veneto, La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale, OperaEstate Festival Veneto, Network AnticorpiXL.

Il cartellone è naturalmente ampio, distribuito nelle “dodici settimane di programmazione, con 80 appuntamenti, 30 eventi performativi, 7 prime nazionali, 1 anteprima nazionale, 21 prime regionali, 23 incontri con gli artisti e approfondimenti con gli studiosi, 2 film d’autore (Scarpette Rosse” di Michael Powell e Emeric Pressburger e “La vita è una danza” di Cédric Klapisch), 3 percorsi di audience development ed engagement, 3 eventi di sensibilizzazione ambientale, un’offerta di spettacolo dal vivo, eventi performativi, progetti di arte partecipata e incontri di approfondimento molto interessante”, solo per lasciar parlare i numeri. E che numeri!

Jacopo Jenna “Danse Macabre”

Il Festival è diviso in sezioni DIR: gli “spettacoli”, ovvero i grandi appuntamenti di danza internazionale, già inseriti nel cartellone della danza, seguiti da “Danza in Rete Off” dedicata alla ricerca e alle diverse generazioni di coreografi, fino a “I primi passi a teatro”, dedicato ai giovanissimi dall’infanzia, alle scuole primarie e alle loro famiglie. Fuori dai palcoscenici, la scena è dedicata alla “Danza Urbana”, dove la città accoglie gli artisti. Progetto Supporter è un’operazione di scouting e valorizzazione dei giovani talenti e la loro esibizione precede gli spettacoli maggiori. Le Masterclass creano relazioni tra i nuovi artisti e i protagonisti già affermato nella scena. Dance Well condivide l’esperienza della danza con le persone portatrici di Parkinson. Per la parte formativa, aperta a tutto il pubblico, l’Incontro con gli Artisti, a seguito di DIR Off, risponde alle curiosità e svela i retroscena della produzione artistica. Gli Incontri con la Danza, invece, sono un incontro con la critica, gli studiosi e i giornalisti per offrire al pubblico altri strumenti di comprensione. Per le fasce più giovani, esistono inoltre tre percorsi guidati di “Audience Development ed Engagement”, Teatro con Vista per l’età 14-18 anni, Spettatori Danzanti per gli over 20 e Spettatori Danzanti Young per i 14-19 anni. Nei laboratori teatrali è nato Danza in Rete per l’Ambiente, un progetto di sensibilizzazione sui temi di tutela delle risorse e salvaguardia dell’ecosistema, rigorosamente all’aria aperta!

Compagnia Ertza “Otempodiz”

L’affollato popolo degli artisti di DIR 2024, vede partecipi le grandi compagnie internazionali, come The State Ballet of Georgia, il Lucia Lacarra Ballet, l’Hofes Shechter Company_Shechter II, La Veronal di Marcos Morau, il Nuovo Balletto di Toscana, COB Compagnia Opus Ballet e un corollario di autori italiani di grande talento come Marco D’Agostin, Nicola Galli, Jacopo Jenna, solo per citarne alcuni.

Biglietti e abbonamenti

I biglietti si possono acquistare anche con abbonamenti dedicati. Sono disponibili in tutte le sedi degli appuntamenti, a partire da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli; alla biglietteria del Teatro Comunale di Vicenza, in Viale Mazzini 39 (biglietteria@tcvi.it, tel. 0444.324442), aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15, online sul sito www.festivaldanzainrete.it.

 Presso la biglietteria del Teatro Civico di Schio per gli spettacoli che si svolgeranno a Schio, in Via P. Maraschin 19 (info@teatrocivicoschio.it, tel. 0445 525577), aperta dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00, il sabato dalle 10.00 alle 12.00, il giovedì dalle 16.00 alle 18.30, online su vivaticket.it solo per lo spettacolo “Callas Callas Callas” della Compagnia COB Compagnia Opus Ballet.

Tutte le informazioni e il calendario completo su www.festivaldanzainrete.it

Luglio 2024

L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
Events for 1 Luglio
Nessun evento
Events for 2 Luglio
Nessun evento
Events for 3 Luglio
Nessun evento
Events for 4 Luglio
Nessun evento
Events for 5 Luglio
Nessun evento
Events for 6 Luglio
Nessun evento
Events for 7 Luglio
Nessun evento
8
9
10
11
12
13
14
Events for 8 Luglio
Nessun evento
Events for 9 Luglio
Nessun evento
Events for 10 Luglio
Nessun evento
Events for 11 Luglio
Nessun evento
Events for 12 Luglio
Nessun evento
Events for 13 Luglio
Nessun evento
Events for 14 Luglio
Nessun evento
15
16
17
18
19
20
21
Events for 15 Luglio
Nessun evento
Events for 16 Luglio
Nessun evento
Events for 17 Luglio
Nessun evento
Events for 18 Luglio
Nessun evento
Events for 19 Luglio
Nessun evento
Events for 20 Luglio
Nessun evento
Events for 21 Luglio
Nessun evento
22
23
24
25
26
27
28
Events for 22 Luglio
Nessun evento
Events for 23 Luglio
Nessun evento
Events for 24 Luglio
Nessun evento
Events for 25 Luglio
Nessun evento
Events for 26 Luglio
Nessun evento
Events for 27 Luglio
Nessun evento
Events for 28 Luglio
Nessun evento
29
30
31
1
2
3
4
Events for 29 Luglio
Nessun evento
Events for 30 Luglio
Nessun evento
Events for 31 Luglio
Nessun evento