VIJAY IYER TRIO PER CHIUDERE ALLA GRANDE VICENZA JAZZ 2022

Non poteva essere migliore la fine di questa eccellente edizione del Vicenza Jazz Festival. Se i concerti di
maggio avevano evidenziato nuova energia sinergica e spirito di contaminazione, i giorni del “bis” a Santa
Corona sono stati anche qualcosa di più. Il set che ha presentato Vijay Iyer domenica sera ne è stata
sublimazione e degna conclusione. In un trio spettacolare quanto avanguardistico con Linda Oh al
contrabbasso e Tyshawn Sorey alla batteria, Vijay ha proposto un jazz che a tratti pare rinnegare se stesso. Siamo distanti dai classici esempi di trio a cui siamo abituati. Nato ad Albany da genitori indiani, il
pianista nutre, tra l’altro, molteplici interessi – incluse matematica e fisica, nelle quali si è laureato
all’Università di Yale – e vede la sua musica tutt’altro che slegata da ciò che la circonda. Prova ne è anche
il costante rapporto dialogico tra tradizione, del jazz ma non solo, e innovazione, uno dei cardini attorno
ai quali ruota la sua particolare visione musicale. Il jazz del terzo millennio non è per forza solo quello di
matrice elettronica o urban. Non è solo quello che dialoga con l’hip-hop o le sperimentazioni free. Anche
nell’alveo del “classicismo” si possono trovare vastissimi sprazzi di inaudita bellezza che suona diversa da
tutto ciò che si è sentito prima. Iyer è in grado di immaginare sintesi tra mondi diversi (la tradizione
indiana e l’esperienza nell’M-Base di Steve Coleman, le tecniche compositive colte e l’irrequietezza delle
ritmiche urbane) e con questo suo più recente trio si spinge anche più in là. Il suo pianismo è quasi
sempre tonale ma il vero punto di forza è la sua capacità ibridativa, l’arte di coniugare gli opposti, il
saper interpretare le diversità semantiche dei vari linguaggi musicali contemporanei non facendo mai
mancare una grande fantasia creativa. Ma lo spettacolo vero è il trio in sé. L’interplay è assolutamente
impressionante e detta un nuovo standard per i trii con pianoforte. Stiamo probabilmente parlando del più grande trio jazz contemporaneo, guidato dal più grande pianista jazz attuale. Un grazie a Riccardo
Brazzale e Luca Trivellato per questo e per tutto il resto. Ci vediamo nel 2023.

foto di Diego Cuccarollo

LUMEN FESTIVAL 2024

Come ogni anno, a Vicenza “estate” fa rima con LUMEN FESTIVAL: da 11 anni il solstizio cade infatti sempre nei giorni

Leggi »

Luglio 2024

L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
Events for 1 Luglio
Nessun evento
Events for 2 Luglio
Nessun evento
Events for 3 Luglio
Nessun evento
Events for 4 Luglio
Nessun evento
Events for 5 Luglio
Nessun evento
Events for 6 Luglio
Nessun evento
Events for 7 Luglio
Nessun evento
8
9
10
11
12
13
14
Events for 8 Luglio
Nessun evento
Events for 9 Luglio
Nessun evento
Events for 10 Luglio
Nessun evento
Events for 11 Luglio
Nessun evento
Events for 12 Luglio
Nessun evento
Events for 13 Luglio
Nessun evento
Events for 14 Luglio
Nessun evento
15
16
17
18
19
20
21
Events for 15 Luglio
Nessun evento
Events for 16 Luglio
Nessun evento
Events for 17 Luglio
Nessun evento
Events for 18 Luglio
Nessun evento
Events for 19 Luglio
Nessun evento
Events for 20 Luglio
Nessun evento
Events for 21 Luglio
Nessun evento
22
23
24
25
26
27
28
Events for 22 Luglio
Nessun evento
Events for 23 Luglio
Nessun evento
Events for 24 Luglio
Nessun evento
Events for 25 Luglio
Nessun evento
Events for 26 Luglio
Nessun evento
Events for 27 Luglio
Nessun evento
Events for 28 Luglio
Nessun evento
29
30
31
1
2
3
4
Events for 29 Luglio
Nessun evento
Events for 30 Luglio
Nessun evento
Events for 31 Luglio
Nessun evento