Ad Alte Ceccato “Abilitante Social Fest”, una grande occasione di divertimento e condivisione

Il parco di via Volta è il polmone verde di Alte Ceccato, è un luogo di pace e di bellezza, quella che generano gli strilli gioiosi dei bimbi che giocano. Ma non è stato sempre così. In passato i residenti della zona lamentavano degrado e pericolo. Lo stesso pattinodromo, voluto e realizzato dopo i mondiali di pattinaggio del 1968, versava in un totale stato di abbandono. La svolta nel 2005, quando la giunta Scalabrin nel suo piano per dare nuovo vigore alla frazione di Alte, mise in atto la sistemazione della pista e delle strutture dello stadio di calcio, abbatté il muro che segnava i confini tra il parco e il campo e creò un tutt’uno più armonico. In quell’occasione operò con convinzione il consigliere Tullio Cortivo che aveva colto le enormi potenzialità di quel luogo. Non più bivacco di compagnie di ragazzi maleducati e rumorosi, ma luogo di  incontro per famiglie, di svago per gli abitanti di una frazione dai tanti problemi di convivenza, ma laboriosa e che forse aveva, e ha, solo bisogno di conoscersi. Il bar al suo interno andava quindi valorizzato e sostenuto. Nel tempo le diverse amministrazioni ne hanno affidato la gestione a diversi soggetti, ma  la scelta più azzeccata è stata quella che di recente ha dato in  gestione il locale,  e gli spazi intorno, alla cooperativa sociale Piano Infinito. E così il bar e parte del parco sono entrati in un progetto più vasto di inclusione sociale. Perché l’associazione Piano Infinito e Calimero Non Esiste ha avuto modo di realizzare gli obiettivi che stanno alla base del suo essere. Pino Strano ne è il Presidente e racconta: “ L’avere in concessione il bar del parco per noi ha rappresentato una svolta, l’occasione per dimostrare chi siamo e per dare voce a quelle persone che spesso a causa della loro disabilità si trovano escluse. Così ci siamo impegnati a fondo nella sistemazione del chiosco, abbiamo investito 100.000 euro, non una cifra da poco, che ora cerchiamo di recuperare dall’attività  proprio del bar.”

In quest’ottica si inseriscono tutte le iniziative che l’Associazione mette in campo e che trovano locazione presso il chiosco “Parché no?!”. Serate di musica, Teatro Danza, Marronate… Molteplici iniziative e, per l’estate, da due anni, l’Abilitante Social Fest. Nel nome tutto il suo significato: una festa mobile, che vuole divertire, coinvolgere una comunità, ma soprattutto dare visibilità e possibilità di crescita alle persone disabili che sono accolte dall’associazione con sede in via Mascagni.

“Il Festival estivo si impegna a dare valore sociale alla disabilità che deve essere intesa come una opportunità perché dove ci sono disabili c’è più sicurezza, più condivisione e solidarietà. Senza disabilità non c’è festival!” E infatti  il ricchissimo programma che si svolgerà dal 15 giugno a  domenica 24 settembre, dal giovedì alla domenica, vedrà protagonisti persone con disabilità che gestiranno il chiosco, i punti informazione, la comunicazione tramite cartellonistica e volantini. Continua Pino: “Il Festival è un progetto che dura tutto l’anno: si parte dalla progettazione, per passare all’organizzazione e alla realizzazione di tutto ciò che serve. Quest’anno il corso di falegnameria ha realizzato le aree ecologiche, e poi ci sono i baristi, i cuochi, gli artisti. Il Festival è un gran saggio finale, la festa di chi si mette a disposizione per far crescere un mondo, quello della disabilità, sempre più vitale e coinvolgente.” Insomma una grande squadra di volontari, ragazzi e ragazze che ci credono, uniti compatti che sono stati capaci di creare anche un interessante circuito di artisti, cantanti e gruppi musicali che interverranno sempre a titolo gratuito. E soprattutto una grande opportunità per persone con disabilità che hanno la grande occasione di esprimere tutta la loro creatività e trasmettere tanta  gioia e allegria.

E allora si comincia il 15 giugno  alle ore 18 con il “Mago delle bolle giganti “, spettacolo per bambine e bambini e le loro famiglie. Si continua la domenica con il concerto lirico per la pace “ Tacciano le armi diamo voce all’umanità”.  Giovanni Minuzzi accompagnerà al piano il tenore Arsalan Seyedcharmchi e il soprano Vittoria Bettanin. E ancora tanta musica, giochi, tornei per non smettere di stare insieme e conoscersi e far crescere una comunità.

Vicenza, ricorda

Oggi più che mai da quando è stata istituita, la Giornata della Memoria è pregna di significato. Un momento di

Leggi »

A Teatro si resta giovani

“Più ci rendiamo attivi come Ufficio Partecipazione e meno ci troveremo coinvolti come Assessorato alle Politiche Sociali”, dichiara Matteo Tosetto,

Leggi »

Febbraio 2024

L
M
M
G
V
S
D
29
30
31
1
2
3
4
Events for 1 Febbraio
Nessun evento
Events for 2 Febbraio
Nessun evento
Events for 3 Febbraio
Nessun evento
Events for 4 Febbraio
Nessun evento
5
6
7
8
9
10
11
Events for 5 Febbraio
Nessun evento
Events for 6 Febbraio
Nessun evento
Events for 7 Febbraio
Nessun evento
Events for 8 Febbraio
Nessun evento
Events for 9 Febbraio
Nessun evento
Events for 10 Febbraio
Nessun evento
Events for 11 Febbraio
Nessun evento
12
13
14
15
16
17
18
Events for 12 Febbraio
Nessun evento
Events for 13 Febbraio
Nessun evento
Events for 14 Febbraio
Nessun evento
Events for 15 Febbraio
Nessun evento
Events for 16 Febbraio
Nessun evento
Events for 17 Febbraio
Nessun evento
Events for 18 Febbraio
Nessun evento
19
20
21
22
23
24
25
Events for 19 Febbraio
Nessun evento
Events for 20 Febbraio
Nessun evento
Events for 21 Febbraio
Nessun evento
Events for 22 Febbraio
Nessun evento
Events for 23 Febbraio
Nessun evento
Events for 24 Febbraio
Nessun evento
Events for 25 Febbraio
Nessun evento
26
27
28
29
1
2
3
Events for 26 Febbraio
Nessun evento
Events for 27 Febbraio
Nessun evento
Events for 28 Febbraio
Nessun evento
Events for 29 Febbraio
Nessun evento