IL GRANDE TEATRO TORNA A CASA: LA NUOVA STAGIONE DELLA FONDAZIONE TEATRO CIVICO DI SCHIO

A Schio il teatro è la casa dei cittadini. La Fondazione Teatro Civico di Schio(VI), con il sostegno dell’amministrazione comunale e dell’assessorato alla cultura del Comune di Schio e in collaborazione con il Circuito Teatrale Regionale Arteven, presenta la nuova stagione 2022-2023: 20 appuntamenti che intrecciano prosa, musica e teatro popolare dal 12 novembre 2022 al 2 maggio 2023. Il nuovo progetto teatrale, firmato dal direttore artistico Federico Corona, porta sul palcoscenico dei teatri scledensi grandi interpreti del panorama nazionale, compagnie della scena contemporanea e artisti legati al teatro di Schio. Diverse le collaborazioni che nutrono la stagione: si rinnova il legame con la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza per il Festival Danza in Rete Vicenza_Schio; un’importante novità riguarda la rassegna “Schio Musica” che quest’anno è realizzata in sinergia con Asolo Musica, ente culturale di spicco nel panorama musicale veneto.

Schio Grande Teatro 2022-2023“, il cartellone principale della stagione, si divide a metà tra i due teatri cittadini (Astra e Civico) con 10 spettacoli, di cui uno in doppia replica, che vedono come protagonisti: Mirko Artuso e Giuliana MussoGiacomo Poretti e Daniela CristoforiAscanio CelestiniDaniel PennacAtirStivalaccio TeatroMaurizio DonadoniMichele SerraFabrizio Favale / Le SuppliciCarrozzeria Orfeo. Altre due rassegne arricchiscono la stagione: i 3 appuntamenti di “Schio Teatro Popolare” con la compagnia Piccolo CantoLorenzo Maragoni e Alessandro Fullin; sono 5 invece gli appuntamenti di “Schio Musica” con Mario Brunello e Paolo Fresu & Rita Marcotulli al Teatro Civico e un focus sulla musica da camera in Sala Calendoli (ridotto Teatro Civico) con il quartetto d’archi Le corde del mondo, il chitarrista Alessandro Santacaterina e il pianista Elia Cecino. A completare la proposta anche il Concerto di Capodanno, realizzato in collaborazione con il gruppo di aziende del territorio Imprese e Cultura e l’amministrazione comunale. La direzione musicale del concerto è affidata a Giovanni Costantini.

Daniel Pennac

Ritorna per questa stagione “Campus Tè“, il ciclo di incontri tra critici e artisti della stagione, presentando un programma di 9 appuntamenti pre-spettacolo in Sala Calendoli, che darà la possibilità al pubblico di conoscere da vicino i retroscena del teatro e approfondire gli spettacoli del cartellone.
La Fondazione Teatro Civico volge il proprio sguardo al teatro in quanto strumento per dei cittadini più consapevoli, oltre che affezionati spettatori. È questo il ruolo che si è costruita negli ultimi anni: un catalizzatore di energie ed esperienze, un presidio culturale e artistico di prossimità, con una funzione prima di tutto sociale, civica. “Abbiamo progettato la nuova stagione teatrale 2022-2023 pensando al Teatro Civico come ad una casa inclusiva. – dichiara il direttore artistico Federico Corona – Un luogo libero e protetto dove possano accadere incontri ed esperienze tra artisti, pubblico, operatori, cittadine e cittadini.” Torna, infatti, da questa stagione il claim Vieni a casa tua, a ribadire l’ambiente aperto e inclusivo che si intende ricreare tra le mura dei teatri scledensi. Per la stessa ragione sono nuovamente i volti di alcuni affezionati spettatori a fare da testimonial per la campagna di comunicazione realizzata dal fotografo Piero Martinello e dal grafico Alberto Sola.

Arlecchino muto per spavento

Il Teatro Civico, gioiello architettonico attualmente in restauro, riaprirà nel mese di novembre a capienza ridotta di 330 posti, in attesa che a fine anno siano inaugurati e accessibili al pubblico il loggione e il secondo ordine di palchi neo-restaurati. Lo storico teatro cittadino riaprirà le porte accogliendo per primi i piccoli spettatori della rassegna domenicale per famiglie “Vieni a Teatro con Mamma e Papà e non solo” e per gli spettacoli di “Schio Teatro Popolare“. A partire dal 2023 saranno ospitati anche gli spettacoli di “Schio Grande Teatro” e i concerti di “Schio Musica“.
Arricchiscono il programma artistico i numerosi progetti che si sviluppano lungo il corso dell’anno: oltre alla già menzionata stagione teatrale per famiglie, saranno presenti le attività rivolte ai giovani di Campus Lab – officina delle arti, il percorso under 14 Teens primi amori teatrali, il laboratorio Dance Well ricerca e movimento per il Parkinsonche accoglie 60 partecipanti ogni giovedì pomeriggio, il percorso che coinvolge 40 cittadini Lovers innamorarsi di un teatro, le visite guidate al Teatro Civico aperte a tutti e il nuovo Campus Well, che porta la pratica di Dance Well tra i giovani adolescenti degli Istituti Superiori di Schio.
Il programma artistico 2022-2023 della Fondazione Teatro Civico è realizzato grazie all’importante contributo del Comune di Schio e dei soci BVR Banca – Banche Venete Riunite Credito CooperativoDe Pretto Industrie srlMair Research spaVallortigara Servizi Ambientali spa e il contributo di Fondazione Banca Popolare di Marostica. Fondamentale è il sostegno di partner e sponsor con cui la Fondazione ha stretto legami e sinergie che si consolidano di anno in anno: Siggi group spa, Analisi srl, Caffè Carraro, Centro Lamiere srl, Sella Farmaceutici e Sistemassociati. Lo sponsor tecnico: Ombre Rosse Service.I partner dei progetti educativi: Lions Club Schio e Avis Altovicentino. Il media partner dell’intera attività è Il Giornale di Vicenza.

Ascanio Celestini

“Schio Grande Teatro 2022-2023” – Il Programma
Sono 10 gli appuntamenti nel cartellone 2022-2023. Aprono la stagione due artisti molto legati al territorio: Mirko Artuso e Giuliana Musso portano in scena “Liberaci dal male” (sabato 12 novembre ore 21 al Teatro Astra), letture, dialoghi e scene dalle opere di Luigi Meneghello nel centenario della nascita. Gli attori alternano brani recitati a brani in lettura, in un rapido susseguirsi di voci e temi diversi, risate e malinconie, frammenti dall’ampio repertorio letterario dell’autore vicentino, accompagnati dalle musiche di Sergio Marchesini e Francesco Ganassin. Il secondo appuntamento è con Giacomo Poretti del celebre trio Aldo, Giovanni e Giacomo assieme a Daniela Cristofori in “Funeral Home” (venerdì 18 novembre ore 21 al Teatro Astra): uno spettacolo in cui l’ironia e la comicità sono una chiave di accesso ad un argomento da cui tutti sfuggono, uno strumento per riflettere con leggerezza e pluralità di sguardi sulla vita e sulla morte, in un dialogo incalzante che fa emergere fragilità e paure. A seguire è il turno di Ascanio Celestini che torna a Schio dopo oltre dieci anni con “Museo Pasolini” (venerdì 25 novembre ore 21 al Teatro Astra). Il suo nuovo spettacolo ci guida in un ipotetico Museo Pasolini che, attraverso le testimonianze di chi l’ha conosciuto, amato e odiato, si compone a partire da alcune domande. Per la prima volta a Schio Daniel Pennac in carne e ossa in “Dal sogno alla scena” (mercoledì 14 dicembre ore 21 al Teatro Astra). Il punto di partenza è il sogno, che Pennac talvolta utilizza come fonte d’ispirazione. Accompagnato da due attori, lo scrittore entrerà dal vivo fra le pieghe dei suoi libri e dei suoi spettacoli, incontrando il pubblico in quella linea di confine fra interpretazione e narrazione, lettura e recitazione. Il primo spettacolo di “Schio Grande Teatro” al Teatro Civico è con Atir, la compagnia milanese diretta da Serena Sinigaglia, che interpreta “Supplici” (venerdì 20 gennaio ore 21), la tragedia di Euripide nella quale le madri degli eroi uccisi a Tebe implorano Atene di recuperarne i corpi per dare loro degna sepoltura. In scena le sette attrici intrecciano un sottile ragionamento politico che parla di pacifismo e amore tra i popoli, di un intero paese che ha perso i propri eroi, dispiegandosi tra le pieghe dei giorni che stiamo vivendo. A febbraio torna Stivalaccio Teatro con la doppia replica di “Arlecchino muto per spavento“, che ha debuttato lo scorso maggio al Teatro Comunale Città di Vicenza (sabato 4 febbraio ore 21 e domenica 5 febbraio ore 17 al Teatro Civico). Con lo stile esilarante che la contraddistingue, una compagine di nove attrici e attori ripropone uno dei canovacci più rappresentati nella Parigi del ‘700, un grande omaggio alla Commedia dell’Arte e all’abilità tutta italiana del fare di necessità virtù. L’attore Maurizio Donadoni ripercorre al Teatro Civico la storia di Giacomo Matteotti nel monologo “Matteotti Medley” (giovedì 16 febbraio ore 21). Un documentario teatrale con un solo attore e molteplici voci, che si espande in uno spazio scenico nitido, scarno e rigoroso per riflettere e interrogarsi sul valore che ha per noi oggi la democrazia. Si torna al Teatro Astra sabato 11 marzo ore 21 per incontrare un ospite d’eccezione di questa stagione: il giornalista Michele Serra è in scena con “L’amaca di domani“. Con ironia pungente e provocatoria, Serra apre al pubblico la sua bottega di scrittura, senza nascondere le scorie, i trucioli, le fatiche. La politica, le star vere e quelle fasulle, la gente comune, il costume, la cultura riemergono dal grande sacco delle parole scritte con intatta vitalità e qualche sorpresa L’appuntamento con la danza per il “Festival Danza in Rete Vicenza_Schio” porta sul palcoscenico del Teatro Civico “Alce” di Fabrizio Favale / Le Supplici (venerdì 24 marzo ore 21). Con questo lavoro il gruppo approfondisce una tematica che da lungo tempo indaga ed è fonte di invenzione di diversi lavori: la presenza animale e il nostro rapporto con essa. Chiude il cartellone principale la compagnia Carrozzeria Orfeo in “Miracoli Metropolitani” (mercoledì 29 marzo ore 21 al Teatro Civico): in un mondo distopico pieno di rifiuti tossici, una vecchia carrozzeria riadattata a cucina vede intrecciarsi le storie di otto personaggi grotteschi in una commedia dal ritmo inarrestabile. Il cibo come compensazione al dolore, la questione ambientale e la responsabilità sono i temi attorno ai quali si sviluppa il mondo corrosivo ed esilarante di questo spettacolo.

Giacomo Poretti

“Schio Musica 2022-2023” – Il Programma
La rassegna dedicata alla musica, realizzata in collaborazione con Asolo Musica, porta al Teatro Civico grandi interpreti del firmamento musicale. Si inizia con la grande musica barocca: il violoncello piccolo di Mario Brunello, la viola da gamba e il violoncello di Francesco Galligioni, il cembalo e l’organo di Roberto Loreggian suoneranno un programma interamente dedicato a Johann Sebastian Bach (sabato 4 marzo ore 21). Il secondo appuntamento è con Paolo Fresu & Rita Marcotulli (venerdì 17 marzo ore 21): il duo porta agli spettatori il jazz che li ha fatti crescere. Al centro dell’attenzione è il famoso tocco mediterraneo che conoscono alla perfezione. Sensibilità, nuance e poesia da ricercare nell’intimo di due grandi interpreti. La novità di questa stagione è “Civico da camera“, la proposta di musica da camera in Sala Calendoli in tre serate primaverili. In scena giovanissimi e talentuosi interpreti del panorama internazionale: il quartetto d’archi Le Corde del Mondo (martedì 4 aprile ore 21), la chitarra battente di Alessandro Santacaterina (martedì 18 aprile ore 21) e il pianista Elia Cecino (martedì 2 maggio ore 21) inaugurano un percorso di appuntamenti immaginato durante LOVERS – innamorarsi di un teatro.

Michele Serra

“Schio Teatro Popolare 2022-2023” – Il Programma
Ritorna anche la rassegna dedicata al teatro popolare che si svolge interamente al Teatro Civico. Il primo spettacolo vede in scena cinque donne dirette dal regista Roberto Tarasco. La compagnia Piccolo Canto calca il palcoscenico con “Lisistrata on air” (venerdì 2 dicembre ore 21), uno spettacolo di teatro musicale liberamente ispirato alla commedia “Lisistrata” di Aristofane. Le voci femminili raccontano e cantano una delle più spassose fantasie contro la guerra e il potere, mescolando dialetti e parlando di antichità e presente. A seguire il giovane poeta e drammaturgo Lorenzo Maragoni è per la prima volta al Teatro Civico in “Stand Up Poetry” (venerdì 10 febbraio ore 21): il monologo mescola il Poetry Slam, una forma di poesia contemporanea, con la stand up comedy cercando un irraggiungibile equilibrio tra le due. Le parole di Maragoni riflettono con ironia sagace e intelligente su temi della vita quotidiana, cercando di costruire ponti di immedesimazione tra performer in scena e pubblico (l’amore, il lavoro, la ricerca di un’identità, il passaggio all’età adulta). Infine, il comico Alessandro Fullin è l’ultimo protagonista della rassegna nel suo spettacolo “Fullin legge Fullin” (venerdì 24 febbraio ore 21). Dalla lista della spesa agli spensierati aforismi, dalle lettere d’amore alle mail mai inviate, emerge con tutta la sua ilarità il ritratto di un attore che molti percepiscono come un comico non vedendolo per quello che realmente è.

Carrozzeria Orfeo

Biglietti e modalità:
L’abbonamento di Schio Grande Teatro comprende 10 spettacoli (9 di prosa e uno di danza). È possibile abbonarsi alle due rassegne Schio Musica (5 appuntamenti) e Schio Teatro Popolare (3 spettacoli). Inoltre, ritorna la possibilità di abbinare la rassegna principale ad una delle altre due rassegne con un prezzo agevolato. L’abbonamento Libera scelta permette di scegliere 5 spettacoli tra tutti quelli del cartellone. Completano la proposta anche le formule speciali di abbonamento a 3 spettacoli: il carnet Under 30 è stato esteso agli Under 35Campus Card (per gli studenti degli Istituti Superiori di Schio) e Teens primi amori teatrali (dedicato agli spettatori dai 10 ai 14 anni). I prezzi degli abbonamenti e dei biglietti rimangono sostanzialmente invariati, così come le riduzioni applicate, con una particolare attenzione riservata al pubblico giovane grazie all’ampliamento della riduzione agli under 35.
La campagna abbonamenti aprirà martedì 4 ottobre. Le formule libere saranno sottoscrivibili a partire da sabato 15 ottobre (da sabato 22 ottobre le formule Under 35, Campus Card e Teens primi amori teatrali). I biglietti per tutti gli spettacoli saranno disponibili a partire da sabato 29 ottobre. Per la campagna abbonamenti la biglietteria sarà aperta dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.30, il sabato dalle 10.00 alle 12.00.

Info: Teatro Civico – via Pietro Maraschin, 19: Tel 0445.525577, info@teatrocivicoschio.itwww.teatrocivicoschio.itwww.vivaticket.itwww.myarteven.it

Dicembre 2022

L
M
M
G
V
S
D
28
29
30
1
2
3
4
Events for 1 Dicembre
Nessun evento
Events for 2 Dicembre
Nessun evento
Events for 3 Dicembre
Events for 4 Dicembre
Nessun evento
5
6
7
8
9
10
11
Events for 5 Dicembre
Nessun evento
Events for 6 Dicembre
Nessun evento
Events for 7 Dicembre
Nessun evento
Events for 8 Dicembre
Nessun evento
Events for 9 Dicembre
Nessun evento
Events for 10 Dicembre
Nessun evento
Events for 11 Dicembre
Nessun evento
12
13
14
15
16
17
18
Events for 12 Dicembre
Nessun evento
Events for 13 Dicembre
Nessun evento
Events for 14 Dicembre
Nessun evento
Events for 15 Dicembre
Nessun evento
Events for 16 Dicembre
Nessun evento
Events for 17 Dicembre
Nessun evento
Events for 18 Dicembre
Nessun evento
19
20
21
22
23
24
25
Events for 19 Dicembre
Nessun evento
Events for 20 Dicembre
Nessun evento
Events for 21 Dicembre
Nessun evento
Events for 22 Dicembre
Nessun evento
Events for 23 Dicembre
Nessun evento
Events for 24 Dicembre
Nessun evento
Events for 25 Dicembre
Nessun evento
26
27
28
29
30
31
1
Events for 26 Dicembre
Nessun evento
Events for 27 Dicembre
Nessun evento
Events for 28 Dicembre
Nessun evento
Events for 29 Dicembre
Nessun evento
Events for 30 Dicembre
Nessun evento
Events for 31 Dicembre
Nessun evento