Gilgamesh- L’epopea di colui che tutto vide. Una recensione perplessa

Quando diverse persone abbandonano la platea non significa poi un granché. Ne abbiamo visti di spettacoli finiti tra i fischi che invece avrebbero meritato ovazioni. La complessità è sempre meno di questo mondo e il “pubblico” (concetto in perenne devoluzione) vuole gli si parli schietto, vuole comprendere, non far fatica, ohibò. La storia di Gilgamesh però dovrebbe essere piuttosto nota. Leggendario eroe sumerico, quinto re della I dinastia della città sumerica di Uruk ‒ della cui esistenza storica non sappiamo quasi nulla ‒ Gilgamesh era per due terzi dio e per un terzo uomo. Le sue gesta ispirarono numerosi poemi. È il protagonista di un’epopea babilonese e assira di esaltazione dell’amicizia virile. Gilgamesh è uno spietato tiranno che aveva stremato il popolo di Uruk, impegnandolo nella costruzione di una superba cinta muraria a difesa della città. Le donne chiedono aiuto agli dei, che creano Enkidu, un essere primitivo e selvaggio che vive in armonia con gli animali, distruggendo le trappole approntate dai cacciatori. Questi ultimi, preoccupati, chiedono a una fanciulla di presentarsi a Enkidu e di sedurlo. Subito dopo, però, quando l’eroe prova ad avvicinare di nuovo gli animali, viene sfuggito: non gli rimane allora altra scelta che seguire la fanciulla nella civiltà. Entrato a Uruk, Enkidu si scontra con Gilgamesh; presto però i due diventano amici e decidono di compiere insieme una grande impresa: entrare nella foresta dei cedri (in quello che oggi è il Libano) e uccidere il mostro Khumbaba che ne stava a guardia. L’impresa riesce, ma irrita gli dei che avevano stabilito il ruolo di Khumbaba. Inoltre la dea Isthar, la Venere babilonese, respinta da Gilgamesh invia sulla Terra il Toro Celeste, ma i due eroi riescono a ucciderlo. La dea, a quel punto, lancia una terribile maledizione e, subito dopo, Enkidu si ammala e muore. Incapace di rassegnarsi, Gilgamesh decide di mettersi in viaggio per raggiungere gli estremi confini del mondo e chiedere aiuto all’unico uomo immortale: Utnapishtim, il Noè mesopotamico, che aveva salvato nell’arca le specie viventi e l’uomo dal diluvio universale (il mito fu ripreso nella Bibbia) e, per questa ragione, aveva ottenuto la vita perpetua. Ma, richiesto di restare sveglio per una settimana, l’eroe fallisce la prova. Utnapishtim, impietosito, gli indica come consolazione dove trovare la pianta della giovinezza. Purtroppo, però, sulla via del ritorno, per una banale distrazione, la pianta viene mangiata da un serpente, che subito ringiovanisce cambiando pelle.

Bene, questa è la storia, per chi non la conosceva. Detto questo, potete risparmiavi di andare a vedere lo spettacolo che invece noi abbiamo visto sacrificandoci per voi. Giovanni Calcagno, Luigi Lo Cascio, Vincenzo Pirrotta (quest’ultimo in particolare bravissimo) hanno portato sul palco del TCVI una narrazione con tre narratori/protagonisti. Sul palco solo i tre artisti che, in un’ora e quaranta di messa in scena, si “danno il cambio” come moderni aedi, con un allestimento scenico ridotto al minimo indispensabile. 100 minuti interminabili di teatro di narrazione che in realtà tradiva anche l’identità stessa di cos’è il vero teatro di narrazione. Dovrebbe essere un monologo a tre ma si perde, è tutto poco lucido, i tre proseguono su strade che non si incontrano mai, i filmati (per altro molto belli) che fanno da sfondo non sono altro che didascalie che raffreddano ulteriormente l’ambiente, il testo non è né prosa né poesia, insomma ci siamo annoiati e la pizza delle 23.30 è stata salvifica.

Luglio 2024

L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
Events for 1 Luglio
Nessun evento
Events for 2 Luglio
Nessun evento
Events for 3 Luglio
Nessun evento
Events for 4 Luglio
Nessun evento
Events for 5 Luglio
Nessun evento
Events for 6 Luglio
Nessun evento
Events for 7 Luglio
Nessun evento
8
9
10
11
12
13
14
Events for 8 Luglio
Nessun evento
Events for 9 Luglio
Nessun evento
Events for 10 Luglio
Nessun evento
Events for 11 Luglio
Nessun evento
Events for 12 Luglio
Nessun evento
Events for 13 Luglio
Nessun evento
Events for 14 Luglio
Nessun evento
15
16
17
18
19
20
21
Events for 15 Luglio
Nessun evento
Events for 16 Luglio
Nessun evento
Events for 17 Luglio
Nessun evento
Events for 18 Luglio
Nessun evento
Events for 19 Luglio
Nessun evento
Events for 20 Luglio
Nessun evento
Events for 21 Luglio
Nessun evento
22
23
24
25
26
27
28
Events for 22 Luglio
Nessun evento
Events for 23 Luglio
Nessun evento
Events for 24 Luglio
Nessun evento
Events for 25 Luglio
Nessun evento
Events for 26 Luglio
Nessun evento
Events for 27 Luglio
Nessun evento
Events for 28 Luglio
Nessun evento
29
30
31
1
2
3
4
Events for 29 Luglio
Nessun evento
Events for 30 Luglio
Nessun evento
Events for 31 Luglio
Nessun evento